Robot aspirapolvere: scegliere il migliore

robot aspirapolvere sono macchine casalinghe automatizzate, ideate per svolgere al posto nostro le normali pulizie domestiche. Questi sono alimentati a batteria, e sono venduti insieme ad una base che fa da ricarica periodica.
Quando il robottino avrà assolto al suo compito, dovremo ricollocarlo sulla sua base per ricaricarne il vano destinato alla batteria.

Robot aspirapolvere: le tipologie in commercio

Sono in commercio molte tipologie di aspiratutto robotizzati; alcuni sono programmabili, altri sono invece dotati di telecomando. Altri modelli ancora possono essere parametrizzati, esattamente come i robot tagliaerba, così da programmare la pulizia di un determinato spazio. Alcuni di questi addirittura sono dotati di rotelle, così da poter percorrere le scale di casa vostra e pulirle.

Ormai i robot aspiratutto sono diventati oggetti di uso abbastanza comune e se ne vende un numero sempre maggiore.
Valutata la crescente diffusione che questi elettrodomestici stanno in breve acquisendo, in questo articolo ne esamineremo le caratteristiche principali.

Robot aspirapolvere: le caratteristiche generali

Fino a non molto tempo fa l’idea di un robot in grado di sostituirci nelle faccende domestiche poteva sembrare avveniristica.
Oggi i robot aspirapolvere sono presenti nella maggior parte delle nostre case e, vi diremo di più: sono acquistabili con una spesa per nulla onerosa.
Come per qualsiasi elettrodomestico di moderna concezione, anche nel caso degli aspirapolvere robotizzati è molto utile osservare alcuni accorgimenti, in modo da sfruttarli al meglio.

Robot aspirapolvere: alcune regole da osservare

Ecco di seguito un breve elenco di consigli importanti per far sì che il nostro robot di casa duri il più a lungo possibile e il suo lavoro sia efficace:

  1. Eliminare ogni genere di ostacolo prima di azionare il robot.
    Alcuni modelli in commercio sono programmati per evitare ostacoli di media grandezza, ma non tutti.
    Per questo, prima di avviare il nostro aspiratutto, è importante sgomberare piccoli ostacoli dal percorso dell’apparecchio. Questo ci garantisce una pulizia più accurata, prevenendo eventuali danni ad oggetti fragili.
  2. Puliamo una stanza alla volta.
    In questo modo l’aspirapolvere potrà passare lungo la superficie senza scaricarsi, pulendo inoltre più volte la stessa area.
    Inoltre, in questo modo si evita anche che il contenitore dello sporco si riempia in continuazione.
    Se la vostra casa è ad esempio un open space o avete rimosso le porte, potrete ovviare al problema acquistando un cancelletto di protezione. Questo ci permette di delimitare le aree da pulire ed aumentare l’efficacia della pulizia.
  3. Raccogliere dal pavimento i residui di sporco più voluminosi. Questo è fondamentale per evitare che l’aspirapolvere si ingorghi o si surriscaldi.
  4. Eseguiamo una manutenzione periodica e regolare.
    E’ bene pulire spesso le spazzole del nostro. Queste vanno rimosse dallo sportello posteriore dell’apparecchio per poter essere trattate.

admin