Pentola a pressione: come sceglierla

La pentola a pressione è un utensile da cucina che vanta una lunga storia. Inventata da Denis Papin, addirittura nel 1679, ha dovuto attendere l’epoca a cavallo tra le due guerre mondiali per essere immessa sul mercato, senza grande successo. Solo con il ritorno della pace, però, iniziò ad avere un certo successo commerciale, che ebbe il suo apice tra gli anni ’60 e il decennio successivo.
Alla stregua di un fiume carsico da quel momento ha iniziato il suo declino, per poi tornare in auge negli ultimi anni grazie a caratteristiche come versatilità e velocità con cui consente di cucinare cibi che altrimenti richiederebbero molto più tempo.

Pentola a pressione: i criteri per una scelta adeguata

Chi intenda conoscere in maniera più dettagliata la pentola a pressione può visitare i tanti siti che se ne occupano e che posson aiutare ad investire al meglio i propri soldi, partendo magari da questo, ove è possibile reperire una lunga serie di informazioni al proposito.
Chi invece ha già deciso di acquistarne una, dovrebbe invece tenere presenti alcuni criteri che possono portare infine ad un acquisto in grado di ripagare il proprio investimento.
Ad esempio, uno dei fattori che dovrebbe influenzare la scelta è il volume, che dovrebbe essere ponderato sulla base delle proprie esigenze: cosa farsene di una pentola molto capiente, se deve servire per due persone?
Il secondo parametro da prendere in considerazione è poi quello relativo ai materiali. In commercio è possibile reperire modelli in alluminio e in acciaio. Il primo è decisamente più leggero ed economico, ma presenta una controindicazione di non poco conto, ovvero la possibilità che si possa arrugginire con il trascorrere del tempo. Anche in termini di resistenza lascia il passo all’acciaio, ma ciò non vuol dire che una pentola a pressione di questo genere non possa rappresentare comunque una scelta di qualità. Il fattore dirimente potrebbe essere proprio quello della spesa: chi ricorre a questa soluzione magari spende meno, ma con ogni probabilità dovrà comprarne una nuova dopo alcuni anni.
Infine un terzo fattore da tenere in considerazione è quello rappresentato dalla frequenza di utilizzo. Va infatti sottolineato come con la pentola a pressione si possa cucinare di tutto, dagli arrosti ai legumi, sino ad arrivare al pesce, rappresentando una ottima scelta in paricolare per chi intenda cucinare in modo sano. Proprio questa particolare categoria di utenti dovrebbe avere però l’accortezza di optare per una pentola a pressione di qualità superiore, a differenza di chi intenda utilizzarla non di rado.

admin