Materassi: quali tipologie in commercio?

Un buon sonno è sintomo di buona salute generale: il riposo quotidiano, regolare e non disturbato, rivela abitudini diurne altrettanto salutari e regolari.
Per questo motivo è importante dedicare attenzione alla superficie e a contesto in cui dormiamo tutte le notti: un letto morbido ed anatomico, un ambiente confortevole e lontano da rumori. Anche la temperatura della stanza è un fattore da non sottostimare: riposare a temperature basse espone alla probabilità di incubi.

Il materasso giusto: una scelta da non sottovalutare

Avete mai provato la sensazione di dormire scomodi e svegliarvi male?Con ogni probabilità la causa era un materasso non adatto alle vostre esigenze.
I materassi non sono infatti articoli universali: la superficie su cui dormiamo deve adattarsi alla nostra fisionomia e alla nostra anatomia. Un materasso che non risponde a queste caratteristiche ci porta ad un sonno disturbato, limitando inoltre alcuni processi vitali e metabolici che avvengono nel nostro corpo esclusivamente durante la notte.

Dite addio a notti insonni o risvegli con la schiena a pezzi: scegliete il vostro materasso in maniera consapevole!

Sonno e salute: un binomio da non sottovalutare

Se il sonno notturno non è di buona qualità al mattino ci risvegliamo spossati e il nostro rendimento durante il giorno ne può risentire sensibilmente.
Emicranie, irritabilità e problemi di attenzione sono solo alcuni dei disagi che la carenza di sonno può portare, nel lungo nel medio termine.
Molti sono i fattori che inficiano la qualità del nostro sonno. Lo stress accumulato durante il giorno, la digestione, i livelli di comfort durante il riposo notturno. Un fattore incide quanto e forse più degli altri citati: materasso su cui riposiamo.

Materassi: quante e quali tipologie in commercio?

Di seguito una panoramica sulle varie tipologie di materassi esistenti in commercio:

  • Materassi a molle.
    E’ la tipologia più diffusa ed economica attualmente sul mercato.
    Non facciamoci disorientare dal prezzo: è dimostrato che i materassi a molle sono quelli che durano di più nel tempo, mantenendo integre le proprie funzionalità anche distanza di tanti anni di utilizzo.
  • Tipologia ad acqua.
    Sfruttando le caratteristiche dell’acqua, si adatta ergonomicamente al profilo del nostro corpo adeguatamente, senza costringerlo ad assumere una postura. Grazie alla camera ad acqua interna i punti di pressione sono ridotti: la nostra colonna vertebrale potrà rilassarsi nel modo più giusto.
  • Materassi in memory foam.
    Questo tipo di materasso fu inventato dalla NASA per alleviare la schiena degli astronauti sia in fase di decollo che in fase di atterraggio.
    La tecnologia del memory foam è particolarmente indicata per chi soffre di frequenti dolori alla schiena, e problematiche di tipo reumatico. Questo materasso si adatta a qualsiasi forma del corpo e distribuisce il peso in maniera uniforme.
    Sono presenti in commercio anche particolari modelli in memory foam con aloe.
  • Tecnologia in lattice.
    La loro struttura interna è spugnosa, simile ad un’alveare. Tante piccole celle permettono un efficace ricambio dell’aria ed un’efficace traspirazione, evitando così il proliferare di batteri.
    Per questo il lattice è la soluzione vincente per chi abbia problemi di allergia.

 

 

admin