Macchine per la conservazione sottovuoto: alcuni consigli

https://macchinapersottovuoto.it/Da alcuni anni il settore della robotica applicata agli elettrodomestici è in decisa crescita.
Negli ultimi tempi si assistite infatti ad un fiorire di macchinari dedicati alla cura della casa, della pulizia domestica, della cucina. In particolare oggi vogliamo focalizzare la nostra attenzione su un apparecchio decisamente utile: la macchina per la conservazione sottovuoto dei cibi, detta anche “food saver“.

Macchine per la conservazione sottovuoto: ecco cosa sono

Le macchine per la conservazione sottovuoto sono pratici accessori da cucina che ci permettono di conservare gli alimenti più a lungo. Grazie alla loro semplicità d’uso questi piccoli accessori ci permettono di preservare le proprietà organolettiche e nutritive dei cibi da noi preparati.

Vediamone ora il funzionamento. Le macchine per il sottovuoto sono assai semplici da utilizzare.
L’alimento viene avvolto da un sacchetto e privato dell’ossigeno. Così facendo si riduce così il proliferare dei batteri e il preparato alimentare può conservarsi assai a lungo.

Il nostro food saver deve avere una elevato‘valore del vuoto’, ovvero una buona potenza di aspirazione. Questo valore viene espresso in millibar: più sarà alto più quantità di ossigeno verrà sottratta nel processo di conservazione.
Maggiore sarà il dato che esprime il valore del sottovuoto, minor quantità di aria verrà a contatto con l’alimento conservato: di conseguenza sarà superiore la capacità di conservarsi.

Il valore del vuoto lo troviamo espresso con le seguenti definizioni:

  • Potenza o capacità di aspirazione,
  • Depressione massima,
  • Valore del vuoto.

Questo valore si esprime in millibar, e viene riportato sia con segno positivo che negativo.
Ad esempio, una macchina per il sottovuoto che aspira a 800 mbar, rispetto a 1000 lascia nel sacchetto 200 mbar. Se aspira a -900 mbar ne lascerà all’interno del sacchetto 100.
Una macchina per il sottovuoto con 800 millibar è il più adatto per la conservazione ad uso domestico.

Quali i modelli consigliati?

È preferibile acquistare quei food saver che includono accessori per la conservazione sottovuoto anche in bottiglie o barattoli.
Inoltre, gli apparecchi non completamente automatici permettono di fare un sottovuoto parziale per gli alimenti delicati: si tratta di una funzione assai utile per sigillare cibi non del tutto solidi, come pietanze a base di verdure o prodotti caseari.

Nella scelta della macchina sottovuoto è inoltre decisivo il lavoro svolto dalla pompa della macchina stessa.
Si tratta di quel meccanismo che permette di aspirare l’aria dal sacchetto o dal contenitore dove inseriremo l’alimento. Nelle macchine sottovuoto si parla di “pompe a membrana“.

Macchine per cibi sottovuoto: durata media della conservazione

Con la tecnologia del sottovuoto potremo conservare, anche per diverse settimane, pietanze che invece durerebbero pochi giorni.
Attenzione: anche se la conservazione sottovuoto riduce significativamente il contatto con l’aria, le pietanze devono essere comunque conservate in frigorifero.

admin