Ferri da stiro con caldaia: come scegliere quello adatto

Stirare è una attività abbastanza faticosa, soprattutto per chi non abbia molto tempo a disposizione o debba armonizzare questa attività con tutte le altre faccende casalinghe.
Proprio per questo occorre scegliere un ferro da stiro in grado di regalare prestazioni performanti e agevolare al massimo il compito di chi sia chiamato a conseguirle.

Una delle possibili soluzioni in tal senso può essere il ferro da stiro con caldaia. Una scelta che può rivelare tutta la sua utilità nel caso in cui si stiri abitualmente, si necessiti più a lungo di vapore continuo e si voglia evitare di fare troppe passate risparmiando tempo e fatica.

Gli elementi da considerare in fase di scelta

Anche nel caso del ferro da stiro con caldaia, il punto da cui partire per poterne acquistare uno in grado di regalare soddisfazioni, ovvero prestazioni in grado di agevolare la stiratura è rappresentato dalle proprie personali esigenze. Per chi vive da solo in casa il dispositivo ideale difficilmente potrà essere quello che invece si addice al caso di una casalinga che debba provvedere al vestiario della propria famiglia.
Tra gli elementi che possono scavare un solco tra un ferro e l’altro, occorre sicuramente considerare:

  1. la piastra, che rappresenta l’elemento fondamentale in un ferro da stiro, la quale può essere costruita in acciaio inox, in teflon e in alluminio. Sono queste le leghe più utilizzate, proprio perché riescono a condurre meglio il calore evitando il surriscaldamento del ferro;
  2. il serbatoio, che può essere interno o esterno. Nel primo caso la capacità è ridotta rispetto al secondo;
  3. la punta, con i ferri costruiti in alluminio che solitamente sono i migliori in quanto riescono a concentrare il calore in quella zona, una caratteristica preziosa quando si affrontano punti complicati come colletti ed angoli.

Altri fattori da prendere in considerazione

Oltre a quelli ricordati, ci sono altri elementi che occorre tenere nel debito conto prima di fare la scelta del proprio ferro da stiro con caldaia. Ad esempio la potenza di erogazione del getto, l’ergonomia e la comodità dell’impugnatura, un peso che non dovrebbe mai eccedere i 2 chilogrammi, la possibilità di stirare su diversi tessuti, la presenza della funzione anti calcare, di un sistema di auto spegnimento, di quello teso ad impedire lo sgocciolamento, del vapore verticale (che può rivelarsi molto utile soprattutto al fine di stirare giacche e tende in verticale) e la piastra Microsteam (ovvero provvista di micro fori delegati all’uscita del vapore).
Per cercare di capire meglio la materia, il nostro consiglio è comunque quello di consultare il sito ferridastiroconcaldaia.it, ove può essere facilmente reperita una lunga serie di informazioni tali da agevolare la scelta migliore.

admin