Culla e sicurezza, un binomio inscindibile

Come scegliere la culla per il proprio neonato? Una domanda ricorrente e che fa da sfondo ad ogni gravidanza in fase di conclusione. Naturalmente l’esigenza primaria è quella di fornire al nuovo arrivato un luogo in cui poter dormire, in assoluta sicurezza.
Va però sottolineato come in effetti non tutte le culle siano uguali. Una differenza evidente non solo per il design, ma anche per una serie di caratteristiche che sono in grado di scavare un vero e proprio solco tra un modello e l’altro. Proprio per cercare di capire quali siano i criteri da adottare per poter dare vita ad un acquisto in grado di ripagare l’investimento, il nostro consiglio è quello di dare un’attenta occhiata agli articoli presenti su questo sito, che possono contribuire non poco a chiarire il quadro complessivo.
Va però sottolineato come proprio la sicurezza sia il primo obiettivo da perseguire, soprattutto alla luce di un report pubblicato negli Stati Uniti. Andiamo a vedere di cosa si tratti.

Attenzioni ai paracolpi dei lettini

Come è ormai noto, il paracolpi rappresenta un accessorio importante per la culla dei neonati. E’ proprio grazie ad essi che i piccoli possono evitare le conseguenze di movimenti bruschi della testolina nel corso del sonno, impedendo che vadano ad urtare contro le barre del lettino.
Uuo studio scientifico condotto dai ricercatori della Washington University di St. Louis pubblicato su un periodico scientifico di pediatria, ha però seminato non poca inquietudine tra i genitori. Il rapporto, infatti, sostiene la tesi che proprio i paracolpi potrebbero causare, in alcuni casi, soffocamento.
Alla base della tesi sostenuta ci sono i dati della “Consumer Product Safety Commission” (CPSC), relativi alle morti in culla che sono avvenute tra il gennaio del 1990 e l’ottobre del 2012. Dati che però andrebbero forse analizzati con maggiore attenzione prima di lanciare un allarme di questo genere.
Secondo gli esperti del nostro Paese, infatti, se è vero che in concomitanza con l’adozione di questo strumento sono aumentate le morti dei neonati, non esistono riscontri probanti in grado di provare la loro incidenza in tal senso.
Una prudenza che non è però condivisa dai ricercatori statunitensi, che hanno espresso la loro intenzione di chiedere il ritiro dei paracolpi nelle culle. Secondo loro, infatti, i bambini correrebbero il forte rischio di rimanere soffocati dall’imbottitura o dai laccetti cui è affidato il compito di assicurare il paracolpi stesso alle barre. Si tratta con tutta evidenza di una discussione destinata a proseguire nel corso dei prossimi anni, proprio per l’evidente utilità di questa protezione in culla.

admin