Bollitori elettrici: piccola guida all’acquisto

Il bollitori elettrici​ sono elettrodomestici assai diffusi presso le case italiane.
Originariamente nati nei Paesi britannici, dove gli infusi rappresentano una consolidata e incrollabile tradizione, questi piccoli e pratici apparecchi sono presto divenuti insostituibili anche presso le famiglie italiane.
Il loro funzionamento è assai semplice e in commercio si trovano modelli a prezzi assai ridotti.

Questo articolo vuole dunque individuare le caratteristiche di questo apparecchio domestico, cercando di essere d’aiuto in previsione di un eventuale acquisto.

Com’è fatto un bollitore elettrico?

Il bollitore elettrico è un piccolo elettrodomestico, costituito di pochissimi componenti.
E’ alimentato tramite una semplice resistenza posizionata all’interno: questa resistenza si scalda in pochi istanti dal momento dell’accensione e l’accensione è affidata ad un solo pulsante esterno.
A seconda del modello e della marca, l’interno del bollitore può essere visibile o meno, così come la stessa resistenza elettrica.

 Funzionamento ed utilizzo dei bollitori elettrici

Il funzionamento del bollitore elettrico permette di portare ad ebollizione l’acqua con rapidità. L’acqua raggiunge lo stadio di ebollizione in modo più rapido rispetto a quando la si mette in una pentola.

Tutto ciò che dobbiamo fare è inserire l’acqua nel bollitore e azionare il pulsante. Quando l’acqua inizia a bollire, l’apparecchio si spegne automaticamente, in totale sicurezza. Per cui, a differenza di un tradizionale pentolino, non dovremo monitorare l’ebollizione, e ciò rende l’apparecchio assai sicuro.

Inoltre, dettaglio non da poco, i bollitori elettrici generalmente sono graduati: per cui non si bolle più acqua di quella necessaria.

Insomma, se a casa vostra usate bere the, infusi e tisane, il bollitore elettrico rappresenta per voi e la vostra famiglia un acquisto davvero indispensabile!

Tipologie di bollitore elettrico in commercio

Sono reperibili in commercio moltissimi tipi di bollitore elettrico, principalmente in plastica o in acciaio.
Le tipologie spaziano da quelli ad uso domestico fino a quelli a capacità più ridotta, ideali per essere portati in viaggio o magari per un’escursione.

Breve guida all’acquisto del bollitore elettrico

Un ​bollitore per acqua ​è un prodotto davvero semplice da utilizzare. Attenzione però: prima di accenderlo è necessario seguire poche ma importanti accortezze.
Innanzitutto bisogna eliminare ogni traccia del rivestimento cartaceo che si trova all’interno, successivamente lavare il contenuto del bollitore servendosi di sola acqua fresca. Successivamente facciamo una prima bollitura a vuoto, senza acqua.
E’ assolutamente importante prestare massima attenzione a non bagnare il cavo di alimentazione. Questo è fondamentale non solo a livello di sicurezza personale, ma anche per il funzionamento dell’elettrodomestico.
Da notare infine che alcune marche consigliano di utilizzare acqua in bottiglia e non acqua corrente: in certe zone può essere infatti più o meno calcarea e dunque, oltre ad essere meno salutare, essa può intaccare nel tempo il metallo del bollitore.

admin